Ciao riga’

Dice così la ragazzina alla stazione prima di allontanarsi dal gruppo degli amici, una decina di studenti liceali che tornano a casa da scuola. Si è appena sbaciucchiata con una amica e si porta appresso tre compagni. Si volta un’ultima volta e lancia un bacio con la mano. Niente di strano, se non fosse che la ragazzina porta il velo ed è di origini medio-orientali. Niente di strano perché questi adolescenti dei giorni nostri sono molto più aperti e inclusivi dei loro genitori. E il bullismo razzista, mi pare, appartiene più a tanti adulti che a questi ragazzi, nativi multietnici oltre che digitali.

Pubblicato da andreaspila

Sono un traduttore tecnico, un web writer e un formatore (insegno traduzione, tecniche di ricerca sul web, web writing). Dal 1999 sono un attivista per la Pace, i diritti umani e l'ambiente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: